Author Sara Stefanelli

L'archivio
0

Per contrastare un inquinamento così diffuso, come quello che caratterizza le metropoli italiane, ci vorrebbero parchi, aree verdi, che siano dei veri e propri “polmoni” in grado di rigenerare costantemente l’aria. In maniera quasi sorprendente, malgrado la dilagante disorganizzazione della Capitale nel fornire servizi ai cittadini, Roma si è aggiudicata il titolo di città più verde d’Europa grazie al suo 68% di territorio ricoperto da parchi, giardini e pinete di grande valore botanico.

L'archivio
0

Una delle principali caratteristiche dell’abitante medio capitolino è l’essere schiavo dell’automobile: se vivi a Roma non puoi non possedere un mezzo proprio, nel disperato tentativo di fronteggiare i limiti del trasporto pubblico, che nel 2012 ancora non garantisce spostamenti rapidi, e soprattutto affidabili, su tutto il territorio della Capitale.

Anni '70
0

Tra il 1969 e la fine degli anni ‘80 si consumarono in Italia 12.770 episodi di violenza terroristica, che causarono la morte di 342 persone e ne ferirono altre 5390. La regista Giovanna Gagliardo racconta alcune delle tristi storie degli anni di piombo nel nostro paese, attraverso un documentario sulle testimonianze dei familiari delle vittime e di alcuni sopravvissuti agli attacchi terroristici.

Anni '70
0

Milano, 12 Dicembre 1969. Alle ore 16.37 una bomba devasta la Banca Nazionale dell’Agricoltura in Piazza Fontana, uccidendo diciassette persone e ferendone gravemente altre ottantotto. Attraverso il suo film “Romanzo di una strage”, il regista Marco Tullio Giordana racconta quel pomeriggio che ha cambiato per sempre l’Italia, inaugurando la buia stagione di attentati e violenze degli anni di piombo.

Anni '70
1

Vite spezzate per inseguire ideologie anacronistiche. Famiglie distrutte, ma non per questo preda dell’odio. Un figlio ricorda il sacrificio del padre nella lotta per la speranza di un’Italia migliore, tra le bombe, le cospirazioni e i mitra degli anni di piombo. Il giornalista Eugenio Occorsio, racconta nel suo libro al figlio Vittorio quel nonno che non ha avuto il tempo di conoscere.